Domenica 9 ottobre 2011
GIORNATA NAZIONALE DELLA PERSONA CON SINDROME DI DOWN

ESSERE DIVERSI E' NORMALE, ANCHE NELLO SPORT.
Lo sport è un importante opportunità di integrazione e contribuisce al raggiungimento di una vera autonomia personale e sociale.

In 45 piazze della nostra provincia, ed in oltre 200 piazze italiane, il “messaggio” di cioccolato del CoorDown per promuovere l’integrazione
sportiva degli atleti con sindrome di Down e per sostenere i progetti delle associazioni, tra cui la nostra AIPD Bergamo.
Testimonial d’eccezione della campagna 2011 Javier Zanetti, capitano dell’Inter.


Si rinnova anche quest'anno, domenica 9 ottobre, l’ormai consueto appuntamento con la Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down, organizzata dal CoorDown - Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down Onlus

L'appuntamento è in uno dei 45 punti d'incontro presenti nella nostra città di Bergamo ed in provincia, organizzati con l'aiuto dei nostri genitori e volontari, dove verrà offerta - oltre al materiale informativo sulla sindrome di Down - una tavoletta di cioccolato (a forma di lettera/messaggio) del commercio equo e solidale in cambio di un contributo, al fine di sostenere concretamente i progetti della nostra Associazione.
Saranno poi presenti, come tutti gli anni, anche i nostri soliti prodotti come miele, vino e gadgets offerti ai visitatori.

I punti di incontro interessati sono i seguenti:

Bergamo Borgo S. Caterina sagrato
Bergamo Borgo S. Anna Piazza S. Anna
Bergamo Sentierone fiera Mercatanti (ven 7, sab 8, dom 9)
Almè c/o Oratorio Papa Giovanni XXIII
Azzano San Paolo Piazza IV Novembre lato Chiesa Parrocchiale
Bolgare Sagrato Chiesa
Bottanuco Piazza S. Vittore
Calcinate Piazza S. Rocco
Capriate San Gervasio Piazza della Vittoria 4
Casirate Piazza Papa Giovanni XXIII
Chiavenna (SO) Piazza Bertacchi
Chiuduno Largo Monsignor Vistalli
Cividino Sagrato Chiesa
Clusone Piazza della Rocca
Dalmine Piazza Libertà
Grassobbio Via Papa Giovanni
Levate Piazza Duca d'Aosta
Lovere Piazza 13 Martiri
Luzzana Piazza Meli
Osio Sotto Piazza Papa Giovanni XXIII
Parre Piazza Municipio e Piazza San Rocco
Pedrengo Piazza Europa Unita (davanti alla chiesa)
Petosino Via Aldo Moro “Fiera d’Autunno”
Ponte S. Pietro Piazza SS. Pietro e Paolo
Premolo Sagrato Chiesa
Romano di Lombardia Portico Palazzo Muratori
San Pellegrino via Papa Giovanni XXIII
Sarnico Piazza Umberto I
Seriate Chiesa Parrocchiale il 18/09 e Chiesa Paderno
Stezzano Piazza Libertà
Tagliuno Sagrato Chiesa
Terno d'Isola Piazza 7 Martiri
Trescore Balneario Via Locatelli
Treviglio Piazza Luciano Manara
Urgnano Via Giovanni XXIII
Verdello Sagrato Chiesa
Villa di Serio Sagrato Chiesa e Santuario
Villongo Viale Italia presso gelateria Oasi
Zanica Piazza Papa Giovanni XXIII
Centro commerciale Curno Sabato 08/10
Centro commerciale Orio al Serio Deichmann calzature 08 e 09/10
Centro commerciale Antegnate Deichmann calzature 08 e 09/10
Esselunga via Corridoni sabato 08/10
Esselunga Curno sabato 08/10
Esselunga Stezzano cc 2 Torri sabato 08/10


Come Coordown, come Associazione, ma ancora prima come genitori di ragazzi con sindrome di Down, abbiamo sempre considerato lo sport, quando praticato con criterio e qualità, un eccellente strumento di integrazione, al pari della scuola e del lavoro. Il percorso da intraprendere per combattere i pregiudizi e per costruire un circolo virtuoso tra famiglie, Istituzioni, operatori e opinione pubblica, è lo stesso.

Sono già molte le persone con sdD che praticano sport, a livello promozionale o agonistico. Basta osservare i risultati e le prestazioni tecniche, capaci spesso di sorprendere, per capire che non si tratta di sportivi di serie B ma di atleti preparatissimi, che in più portano con sé un messaggio sociale di grande valore. Fare sport da disabili vuol dire accettare una doppia sfida, da una parte con se stessi, dall’altra con il pregiudizio delle persone.

“Perché le azioni vincenti arrivano da chi meno te l’aspetti...”

Parola di Javier Zanetti, testimonial d’eccezione dello spot della GNPD 2011, a breve in programmazione sui principali network nazionali. Il capitano dell’Inter, campione di correttezza e di impegno sociale dentro e fuori dal campo, ha voluto sostenere con entusiasmo la campagna di sensibilizzazione del CoorDown, attraverso il messaggio di uno sport che non ammette differenze e che, in virtù di questo, deve offrire le stesse opportunità anche agli atleti con sdD.

Ogni disciplina sportiva, oltre ai benefici in termini fisici, porta con sé delle precise dinamiche che consentono ai ragazzi – attraverso una sana competizione – di interagire, di mettersi in gioco, di dimostrare quali possano essere le loro reali capacità. Gli atleti con sdD hanno enormi potenzialità, basta metterli alla prova. Per questo è fondamentale che sempre più famiglie possano avvicinare i propri figli al mondo dello sport, nel modo più giusto, anche grazie al sostegno delle Istituzioni, degli enti territoriali e delle società sportive.

A questo proposito, lo scorso marzo – in occasione della World Down Syndrome Day – il CoorDown ha redatto, insieme a FISDIR e con la collaborazione del CIP, il vademecum “Orientamenti sulla pratica sportiva per gli atleti con sindrome di Down”, un prezioso strumento il cui obiettivo è quello di spingere le famiglie a credere sempre più nelle enormi potenzialità dei loro ragazzi e, allo stesso tempo, di consentire agli operatori e ai tecnici di avvicinarsi con la giusta competenza al mondo della disabilità.

Il CoorDown auspica che siano sempre più numerose le società sportive in grado di integrare, sia in discipline individuali che di squadra, atleti con sindrome di Down.


Ti interessa il MATERIALE INFORMATIVO della GNPD 2010?
Clicca sull'AREA DOWNLOAD sul sito del Coordown.

Donazioni

fai una donazione online...

Newsletter AIPD Bergamo

Inserisci il tuo indirizzo per iscriverti alla newsletter:
Vai all'inizio della pagina
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com